Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/961
Title: Viaggio attraverso l'antifascismo. Volontariato internazionale e guerra civile spagnola: la Sezione Italiana della Colonna Ascaso
Other Titles: A journey through the antifascism. International volunteer and Spanish civil war: the Sezione Italiana of the Colonna Ascaso
Authors: Acciai, Enrico
Keywords: Antifascismo;Guerra civile spagnola;Volontariato;Anarchismo;Antifascism;Spanish civil war;Volunteer;Anarchism;M-STO/04
Issue Date: 18-Mar-2010
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 22. ciclo
Abstract: 
Questo lavoro ripercorre le vicende della Sezione Italiana della Colonna Ascaso, il primo gruppo di antifascisti italiani ad organizzarsi nel corso della guerra civile spagnola. I promotori di quest’esperienza furono Camillo Berneri, intellettuale libertario, e Carlo Rosselli, leader e fondatore del movimento Giustizia e Libertà. La Sezione Italiana combatté sul fronte aragonese tra l’agosto del 1936 e l’aprile dell’anno successivo; in questa colonna si arruolarono anarchici, giellisti,
comunisti, socialisti e repubblicani. Dopo aver fatto un sommario “ritratto” dei membri del gruppo, si è deciso di investigare le radici profonde della loro scelta volontaristica. Si è quindi andati ai
primi anni ’20 e all’avvento al potere del fascismo, quando i futuri partecipanti alla sezione italiana dovettero confrontarsi con le violenze squadriste e maturarono una precoce scelta dell’esilio. La
memoria traumatica delle violenze e delle vessazioni subite durante questo periodo avrebbe giocato un ruolo decisivo nelle scelte che si sarebbero fatte a partire dall’estate del ’36. La nostra analisi si è
quindi spostata sugli anni dell’esilio, quando, i futuri volontari, si dovettero confrontare con le difficili condizioni della vita degli esuli politici. Come esempio paradigmatico si è approfondito
l’analisi delle vicende della comunità libertaria toscana a Marsiglia. Fu inoltre durante questi anni che le due principali famiglie politiche della Sezione Italiana, quella giellista e quella libertaria,
ebbero modo di conoscersi e di confrontarsi.

L’ultima parte della tesi è dedicata al periodo spagnolo: la difficile vita al fronte, le tensioni politiche in seno al gruppo, i rapporti tesi con i comandi militari spagnoli, la complicata convivenza
con l’esperienza delle Brigate Internazionali sono alcuni degli aspetti che si sono privilegiati nella
nostra analisi. Il lavoro si chiude con l’abbandono di GL (gennaio ’37) e lo scioglimento della Sezione Italiana (aprile ’37); dopo i fatti del maggio ’37 molti reduci del gruppo, in maggior parte
anarchici, rimasero coinvolti nella repressione di cui fu vittima il movimento libertario spagnolo. In conclusione, quello spagnolo oltre a rivelarsi un periodo importante nei vari percorsi individuali
attraverso l’antifascismo, rappresentò anche la definitiva presa di coscienza delle tensioni che agitavano le stesse forze politiche antifasciste.
URI: http://hdl.handle.net/2067/961
Rights: If not otherwise stated, this document is distributed by the Tuscia University Open Archive under a Creative Commons 2.0 Attribution - Noncommercial - Noderivs License (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/)
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
eacciai_tesid.pdf3.01 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
0
checked on Oct 25, 2020

Download(s)

21
checked on Oct 25, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons