Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/607
Title: Studio della qualità nella filiera produttiva di ortive di IV gamma allevate con float system. Caratterizzazione delle molecole antiossidanti e valorizzazione di mercato
Other Titles: Quality assessment of fresh cut vegetables. Bioactive compounds content and improvement of market value
Authors: Salerno, Anna
Keywords: Ravanello;Densità d'impianto;Soluzione nutritiva;Produzione;Macro e microelementi;Composti bioattivi;HPLC;NMR;IMR;Radish;Investment;Nutrient solution;Yield;Macro and microelement;Bioactive compounds;AGR/04
Issue Date: 19-Nov-2008
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 19. ciclo
Abstract: 
Vengono riportati i risultati di una ricerca condotta nel biennio 2004-2005, durante i periodi primavera estate, finalizzata all’allevamento fuori suolo mediante float system di ravanello tondo rosso, da destinare alla IV gamma. La sperimentazione condotta il primo anno ha previsto l’allevamento a due densità d’impianto, 720 e 1368 piante/m2. utilizzando due cultivar, Girox e Suprella.. La fase sperimentale successiva ha previsto la modulazione della soluzione nutritiva a tre diversi livelli di concentrazione, ovvero 100%, 75% e 50% utilizzando una densità d’impianto di 720 piante/ m2. In entrambe le fasi della ricerca sono stati valutati gli effetti sulla produzione e analizzati i contenuti in foglie ed ipocotili di minerali, con particolare riguardo ai nitrati, e di molecole antiossidanti quali polifenoli totali, antocianine totali e glucosinolati. Sugli stessi campioni si è proceduto alla caratterizzazione della composizione chimica mediante spettroscopia di risonanza magnetica nucleare ad alta risoluzione al fine di evidenziare eventuali correlazioni tra composizione chimica e variabili esaminate quali concentrazione della soluzione , cultivar e periodo di allevamento.
Alla luce dei dati raccolti durante la sperimentazion, l’allevamento del ravanello mediante float system, , risulta applicabile nella pratica agronomica. La densità di 720 piante/m2 può fornire buoni risultati produttivi con rese commerciabili per la IV gamma e più elevate rispetto alla coltivazione tradizionale su suolo che prevede densità di 300-400 piante/m2. La valutazione della concentrazione ottimale della soluzione nutritiva suggerisce l’utilizzo di una concentrazione ridotta al 75% durante la stagione primaverile e una ridotta al 50% durante un ciclo estivo, al fine dell’ottenimento di una buona produzione con caratteristiche qualitative rispondenti alla commerciabilità anche come prodotto per il mercato allo stato fresco. La qualità del prodotto corrispondente, basso contenuto di nitrati buon livello di minerali, livello conforme ai valori standard di antocianine e di glucosinolati, può essere tenuto in conto in una programma di gestione dei cicli di produzione, considerando la coltura su float system intercalata ad altre allevate con tecniche di allevamento tradizionali. I dati di risonanza magnetica nucleare (NMR) hanno permesso di discriminare i trattamenti considerati in funzione della cultivar, della concentrazione della soluzione nutritiva e anche del periodo di produzione per quanto riguarda la composizione degli zuccheri. Tra i due genotipi considerati Suprella ha dato le migliori risposte produttive e qualitative. Il sistema di allevamento è risultato infine di semplice gestione trattandosi di cicli di allevamento brevi e con reintegri della soluzione non molto frequenti. Durante il ciclo estivo, il sistema richiede una maggiore attenzione gestionale al fine di compensare le perdite di soluzione dovuta all’elevata evapotraspirazione. La brevità dei cicli produttivi permette di eseguirne diversi in successione, è possibile inoltre riutilizzare gli stessi pannelli di supporto.
Il prodotto ottenuto riporta caratteristiche qualitative conformi agli standard e ben si presta alla commercializzazione per la IV gamma.

The object of this thesis was the evaluation of yield and quality of radish grown in a floating system on the bases of plant density and ion strength of nutrient solution.
Experiments were carried out at the experimental farm of the University of Tuscia (Central Italy) in an unheated greenhouse on a floating system during the spring –summer period of the 2004 and 2005 years.
The experiments of 2004 was focused on the effect of two cultivars(Girox and Suprella), and two plant densities(720 and 1320 plant/m2) on yield, mineral composition and quality of radish.
Subsequent experimental phase, during spring-summer 2005, has concerned the effect of nutrient solution concentration on both yield response and quality of radish grown in a floating system using a plant density of 720 plants/m2. A factorial combination of three nutrient solution concentrations and two cultivars, Girox and Suprella, were compared in a randomized complete block design with three replicates. Nutrient solutions were: full strength solution, ¾ and ½ of full strength namely 100%, 75% and 50%.
At harvesting were measured: yield, size of hypocotyls and distribution of size classes. The hypocotyls macro and microelements content, the radicals scavenging activity as well as the concentration of the major bioactive molecules such as total polyphenols, anthocyanins, and glucosinolates were determined by inductively coupled plasma spectrometry and spectrometric and chromatographic (HPLC) analysis. Moreover, their chemical characterization by means of nuclear magnetic resonance was performed too in order to identify any correlation between specific NMR emission spectrum signal and considered agronomic and environmental variables, such as nutrient solution concentration, cultivar and growing season.
In the light of overall results collected during two experimental phases, the following conclusions can be drawn: - the first features is the easiness of the float system as well as the recyclability of the most materials used, such as panels of polystyrene and tanks filled with nutrient solution. This in part allows a capital consumption allowance for initial installation charges; - float system is suitable to cultivate ready to eat radish and a plant density of 720/plant m2 is the better to obtain a good yield and quality product; - the results suggested that in the floating system cultivation of radish, the use of a reduced nutrient content solution is feasible and also indispensable in order to obtain a good quality and quantity yield. A reduction of nutrient solution concentration at 75% and 50% should be preferred in spring and summer seasons respectively rather than 100% ones; - the obtained product has also showed to possess satisfactory qualitative characteristics and by fulfilling the consumer’s requirement for both mineral and bioactive compounds such as low nitrate and good level of glucosinolates and antocianins;- NMR data showed a variation of sugar substances on the bases of cultivar, season and nutrient solution concentration factors; - Finally, the system offers the further advantage that is to carry out many consecutive growing cycles thanks to their shortness.
Description: 
Dottorato di ricerca in Ortoflorofrutticoltura
URI: http://hdl.handle.net/2067/607
Rights: If not otherwise stated, this document is distributed by the Tuscia University Open Archive under a Creative Commons 2.0 Attribution - Noncommercial - Noderivs License (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/)
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
asalerno_tesid.pdf1.64 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
0
checked on Oct 25, 2020

Download(s)

1
checked on Oct 25, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons