Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/46284
DC FieldValueLanguage
dc.contributor.authorMarini, Paoloit
dc.date.accessioned2021-11-24T16:53:46Z-
dc.date.available2021-11-24T16:53:46Z-
dc.date.issued2018it
dc.identifier.isbn9788867056873it
dc.identifier.urihttp://hdl.handle.net/2067/46284-
dc.description.abstractMeritoria quanto problematica l’edizione commentata delle lettere di Bernardo Dovizi da Bibbiena pubblicata tra il 1955 e il 1965 da Giuseppe Lorenzo Moncallero richiede un significativo intervento di integrazione e revisione. A margine dei lavori per il censimento delle carte autografe di Bibbiena, se ne ricostruisce dunque la genesi e se ne osservano pregi e limiti sul piano filologico e esegetico. La riapertura dei cantieri della recensio ha condotto a individuare circa 180 lettere tra originali e copie coeve che, con gli opportuni accorgimenti editoriali, andrebbero affiancate alle 281 già edite da Moncallero (in appendice si propone un primo elenco delle missive conservate nel Mediceo avanti il Principato non considerate da Moncallero). L'osservazione mirata di alcuni casi particolari dimostra l’importanza delle nuove acquisizioni nel precisare il profilo biografico e letterario di un brillante prosatore volgare riconosciuto ai massimi livelli, che senza il corpus epistolare resterebbe testimoniato dalla sola prova della Calandra. Si comprende così il ruolo di primo piano che Castiglione gli assegna nel Cortegiano, dove Bibbiena compare coi gradi di autorità indiscussa in materia di retorica della facezia.it
dc.format.mediumSTAMPAit
dc.language.isoitait
dc.rightsAttribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 United States*
dc.rights.urihttp://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/us/*
dc.titleL’epistolario del Bibbiena. Appunti sul censimento delle carte autografe a mezzo secolo dall’edizione Moncalleroit
dc.typeconferenceObject*
dc.identifier.doi10.13130/quadernidigargnano-02-12it
dc.identifier.urlhttps://riviste.unimi.it/quadernidigargnano/article/view/10997it
dc.relation.ispartofbookEpistolari dal Due al Seicento. Modelli, questioni ecdotiche, edizioni, cantieri aperti, Atti del XVI Convegno internazionale di Letteratura italiana “Gennaro Barbarisi” (Gargnano del Garda, 29 settembre-1 ottobre 2014)it
dc.relation.firstpage201it
dc.relation.lastpage234it
dc.relation.numberofpages34it
dc.relation.alleditorsClaudia Berra, Paolo Borsa, Michele Comelli, Stefano Martinelli Tempestait
dc.relation.conferencenameEpistolari dal Due al Seicentoit
dc.relation.conferenceplaceGargnano (BS)it
dc.relation.conferencedate29 settembre-1 ottobre 2014it
dc.subject.ercsectorSH5it
dc.type.refereeREF_3it
dc.type.miur273*
dc.publisher.nameUniversità degli Studi di Milanoit
dc.publisher.placeMilanoit
dc.publisher.countryITAit
item.fulltextWith Fulltext-
item.cerifentitytypePublications-
item.grantfulltextrestricted-
item.openairetypeconferenceObject-
item.openairecristypehttp://purl.org/coar/resource_type/c_18cf-
item.languageiso639-1it-
Appears in Collections:D1. Contributo in Atti di convegno
Files in This Item:
File Description SizeFormat Existing users please
Bibbiena_MARINI_Atti_Gargnagno_Epistolari.pdf214.72 kBAdobe PDF    Request a copy
Show simple item record

Page view(s)

9
checked on Nov 29, 2021

Google ScholarTM

Check

Altmetric


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons