Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/3117
Title: Eco-innovation in agriculture: building a theory from a DSS case study
Other Titles: Sviluppare una teoria per l’ eco-innovazione in agricoltura: il caso studio di un DSS
Authors: Avolio, Giulia
Keywords: Eco-innovation;Agriculture;Precision agriculture;Theory building from cases;Regression analysis;Eco-innovazione;Agricoltura;Agricoltura di precisione;Regressione;SECS-P/06
Issue Date: 13-Jul-2017
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 29. ciclo
Abstract: 
In the last few years, innovation and environmental sustainability become central concepts for both research and companies. Integrating innovation and sustainability can be a key factor to achieve increased growth rates for companies, and a better quality of life for society. Within the agricultural sector all these evidences are especially true. Indeed, it is one of the more related field to the eco-innovation issue.
Given such premises, the aim of this thesis is to investigate the research theme of the eco-innovation to understand which factors influence its diffusion process, namely the adoption and use phases, within the agricultural sector.
In order to reach this objective overcoming the problems faced within this research theme, namely the lack of an adequate theoretical and methodological framework of analysis and the not complete investigation of the eco-innovation process, the Theory building from cases (TBFC) research approach proposed by Eisenhardt in her two key works of Eisenhardt, 1989 and Eisenhardt and Graebner, 2007 and aiming to construct or modify theories starting from case studies, has been used.
To do so, four different research questions have been defined. The first research question (RQ1) aims to find a suitable eco-innovation case to study. Through a deductive process starting from the general innovation issue, the specific case of vite.net, a DSS eco-innovation developed for the wine grapes supply chain, has been identified. The second methodological research question (RQ2) aims to understand whether and how the TBFC is the right research approach to analyze such case study. The last research questions belong to the TBFC analysis. The third one, (RQ3) is the more empirical one and strictly related to the case study. It aims to understand which characteristics affect the innovation process, namely adoption and use, of the specific DSS vite.net. The last research question (RQ4) aims to understand, according the existent literature, if the same characteristics influence also the innovation process of a general eco-innovation and, consequently, if they are useful statements to propose a theory about the diffusion of eco-innovation in agriculture.

Negli ultimi anni, innovazione e sostenibilità ambientale sono diventati temi di interesse centrale per la ricerca scientifica e il management aziendale a livello internazionale. L’integrazione di questi due principi, infatti, può rappresentare uno dei fattori chiave per migliorare, da un lato, la crescita aziendale, e, dall’altro lato, la qualità della vita della società tutta. Ciò è particolarmente evidente nel settore agricolo, uno dei settori più interessati dalla tematica delle eco-innovazioni.
Partendo da queste premesse, questa tesi si prefigge l’obiettivo di studiare il tema delle eco-innovazioni per capire quali fattori influenzano il loro processo di diffusione, diviso nelle due fasi di adozione e diffusione, nel settore agricolo.
Per perseguire tale obiettivo, si è cercato di superare alcuni problemi di questo settore di ricerca - quali la mancanza di un adeguato framework di analisi di tipo teorico e metodologico e la non completa investigazione del processo eco-innovativo in ogni sua fase - tramite l’adozione di un approccio di ricerca denominato Theory building from cases (TBFC). Tale approccio, proposto da Eisenhardt in Eisenhardt, 1989 e Eisenhardt and Graebner, 2007, è finalizzato allo sviluppo o alla modifica delle teorie scientifiche partendo dalle evidenze dei singoli casi di studio.
Sono state quindi identificate quattro domande di ricerca. La prima domanda di ricerca (RQ1), incentrata sull’individuazione di un caso di studio adatto, utilizzando un processo deduttivo che parte dal concetto generale di innovazione, ha portato a selezionare il caso del DSS vite.net. Si tratta di una particolare tipologia di eco-innovazione sviluppata per la filiera dell’uva da vino. La seconda domanda di ricerca (RQ2), invece, in una prospettiva di tipo prettamente metodologico, mira a capire se e come la TBFC possa essere un approccio corretto per analizzare il caso di studio individuato. Infine, le ultime due domande di ricerca si riferiscono all’analisi del caso studio tramite lo strumento della TBFC. Nel dettaglio, la terza (RQ3), di tipo più empirico, si pone l’obiettivo di individuare quali caratteristiche influenzano il processo di diffusione dell’innovazione, composto dalle distinte fasi di adozione e uso, del DSS vite.net. La quarta e ultima domanda di ricerca (RQ4), si pone invece l’obiettivo di capire se, in accordo con la letteratura esistente in materia, queste caratteristiche, sono le stesse che influenzano anche il processo di diffusione di una generica eco-innovazione e, conseguentemente, se tali risultati possono essere utili per proporre una teoria relativa alla diffusione dell’eco-innovazione in agricoltura.
Description: 
Dottorato di ricerca in Ecosistemi e sistemi produttivi
URI: http://hdl.handle.net/2067/3117
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
gavolio_tesid.pdf3.19 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

4
Last Week
0
Last month
4
checked on Nov 25, 2020

Download(s)

7
checked on Nov 25, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.