Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/3103
Title: Distribution of trace metals in coastal sediments of the physiographical unit Capo Linaro - Monte Argentario
Other Titles: Distribuzione di metalli in traccia nei sedimenti costieri dell'unità fisiografica Capo Linaro - Monte Argentario
Authors: Piazzolla, Daniele
Keywords: Sediments;Trace metals;Pollution;Sedimenti;Metalli in traccia;Inquinamento;BIO/07
Issue Date: 15-Jun-2017
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 29. ciclo
Abstract: 
Trace metal pollution is a serious threat particularly in the marine environment.
In this context, the present work shows the spatial and temporal assessment of the
pollution degree and potential toxicity of trace metal in marine sediments of the coastal
area enclosed between Montalto di Castro and Capo Linaro, in northern Latium, Italy.
The distribution pattern and pollution levels of As and Mn in surface sediments highlight
two hotspots. These hotspots are due to the naturally high levels of As and Mn in the
Mignone River and Marangone Stream as well as the intense human activity in the area
including the Torrevaldaliga Nord power plant and the Port of Civitavecchia.
The high Hg concentrations detected in surface sediments confirm the extension of the
Hg anomaly of the coastal area of northern Latium, profoundly influenced by the
contributions of the Fiora and Mignone Rivers.
Trace metal concentrations detected in soft tissues of Paracentrotus lividus reflect the
presence of the hotspots and describe a detectable level of bioaccumulation throughout
the study area.
Furthermore, the temporal assessment carried out by the analysis of PT50 and MRG50
core samples taken in the southern sector of the study area shows the evolution of the
sediment mass accumulation rate values and the trace metal values within the last 60
years.

L'inquinamento da metalli in traccia costituisce un serio rischio in modo particolare in
ambiente marino. In questo contesto, il presente lavoro mostra la valutazione spaziale e
temporale del grado di inquinamento e potenziale tossicità dei metalli in traccia nei
sedimenti marini dell'area costiera compresa tra Montalto di Castro e Capo Linaro, nel
nord del Lazio, Italia.
I pattern di distribuzione ed i livelli di inquinamento di As e Mn nei sedimenti
superficiali evidenziano due hotspot. Questi hotspot sono dovuti agli elevati livelli
naturali di As e Mn nel fiume Mignone e nel torrente Marangone, nonché all'intensa
attività umana nell'area che include la centrale di Torrevaldaliga Nord ed il porto di
Civitavecchia.
Le elevate concentrazioni di Hg riscontrate nei sedimenti superficiali confermano
l'estensione dell'anomalia di Hg dell'area costiera del Lazio settentrionale,
profondamente influenzata dai contributi del fiume Fiora e del fiume Mignone.
I livelli di metalli in traccia riscontrati nei tessuti molli di Paracentrotus lividus
riflettono la presenza degli hotspot e descrivono un livello rilevabile di bioaccumulo in
tutta l'area di studio.
Inoltre, la valutazione temporale effettuata mediante l'analisi delle carote PT50 ed
MRG50, prelevate nel settore meridionale dell'area di studio, mostra l'evoluzione dei
valori di rateo di accumulo sedimentario e dei valori dei metalli in traccia negli ultimi 60
anni.
Description: 
Dottorato di ricerca in Ecologia e gestione sostenibile delle risorse ambientali
URI: http://hdl.handle.net/2067/3103
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
dpiazzolla_tesid.pdf7.82 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

4
Last Week
1
Last month
0
checked on Oct 26, 2020

Download(s)

3
checked on Oct 26, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.