Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/3046
Title: Gabriele Galantara. Illustratore, editore e grafico in Italia (1892-1937)
Other Titles: Gabriele Galantara. Illustrator, publisher and graphic designer in Italy (1892-1937)
Authors: Morganti, Emanuela
Keywords: Gabriele Galantara;Illustrazione;Partito socialista;Illustrazione editoriale;Fascismo;Illustration;Socialist party;Publishing illustration;Graphic design;Fascism
Issue Date: 28-Jun-2016
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 28. ciclo
Abstract: 
Il progetto Gabriele Galantara. Illustratore, editore e grafico in Italia (1892 –
1937) propone l’analisi e la critica dell’attività italiana di Gabriele Galantara negli anni
compresi tra il 1892 e il 1937. Esso ha origine dagli studi degli ultimi due decenni nel
campo dell’illustrazione, caratterizzati da tagli cronologici, iconografici e stilistici e più
raramente biografici. La monografia Gabriele Galantara. Il morso dell’Asino edita nel
1965 e i più recenti contributi hanno condiviso l’identificazione dell’autore con il
periodico «l’Asino», da questi fondato, soffermandosi sugli accenti socialista ed
anticlericale. Da questa focalizzazione e dall’assenza di un archivio personale è stata
avviata l’indagine, imperniata su di una pluralità di punti di osservazione, anche
antitetici. Si è effettuata la ricerca dei documenti procedendo alla loro successiva
catalogazione e disamina e in parallelo si è operato filologicamente sia sulle fonti
archivistiche che sul materiale figurato, per ricostruire il vissuto personale e i contesti
artistici, culturali e politici.
Si è rivelato un ampio orizzonte che ha reso necessaria una determinazione
geografica e cronologica, pertanto sono divenute oggetto di trattazione le creazioni per
il mercato italiano realizzate dal 1892, data del trasferimento romano, sino al 1937. Le
collaborazioni estere e la precedente esperienza bolognese rappresentano i confronti e le
fonti iconografiche e documentarie. A dispetto dell’omogeneità descritta in passato è
emersa una ricchezza interdisciplinare e il materiale è stato diviso in tre sezioni: le
prime due analitiche, dedicate alle differenti attività editoriali, e la terza critica,
impostata sui raccordi iconografici e stilistici della produzione.
Anzitutto si è operato l’approfondimento dell’appartenenza socialista, attraverso
l’analisi della militanza attiva nella strutturazione romana del partito e della produzione
per lo stesso e per il quotidiano «Avanti!» (almanacchi, manifesti e tessere). In seguito
si è indagata la collaborazione con la Libreria Editrice Luigi Mongini ed infine si è
ricostruita la vicenda della Libreria Editrice Podrecca & Galantara. Il secondo capitolo
è un’analisi della produzione periodica illustrata realizzata durante i detti anni e
destinata al mercato editoriale italiano, condotta su basi formali, in relazione a
dimensioni, mise en page, connessione con i contributi e differenze linguistiche. Perciò
si presentano come aree di investigazione: le copertine, le illustrazioni caricaturali, i
pupazzetti, le vignette e le strisce satiriche. Nel terzo capitolo il materiale è stato
sottoposto a una mappatura tematica che ha evidenziato categorie di soggetti utilizzati
in modalità trasversale sui differenti media: la rappresentazione del proletariato, la
trattazione della figura femminile, l’approccio con il concetto di alterità e il rapporto
4
con la religione cattolica. La disamina dei modelli proposti è basata su di una
eterogeneità delle aree di interesse e di destinazione, dei supporti (con un focus sulla
grafica pubblicitaria e di propaganda) e delle cronologie.
L’obiettivo primigenio è stato realizzare una ricognizione il più ampia possibile,
attraverso documenti noti, meno conosciuti e inediti, conservati presso istituzioni
pubbliche e private. Secondo fine è stato dimostrare un’attività più composita di quanto
sino ad ora proposto, della quale l’illustrazione satirica è risultata solo una porzione.
Infine si è proposta una lettura trasversale della produzione presentata, evidenziandone
l’omogeneità iconografica e linguistica. A fianco di ciò si sono proposti confronti e
paragoni su scala nazionale e internazionale, sia fra i contemporanei sia attingendo alla
storia dell’arte.

The project Gabriele Galantara. Illustrator, publisher and graphic designer in
Italy (1892 – 1937) deals with the analysis and the critic of Gabriele Galantara's italian
activities in the years between 1892 and 1937. It arises from the studies over the past
two decades in the field of illustration, researches marked out by chronological,
iconographic and stylistic slants, and more rarely by biographical angles. The
monograph Gabriele Galantara. Il morso dell’Asino (The bite of the Donkey), published
in 1965, and some more recent essays have shared the author’s identification with the
newspaper he has founded, «l’Asino» («the Donkey»), focusing on socialist and anticlerical
perspectives. Starting from these focuses and from the lack of the artist’s
personal archive, this work has been set on a multiplicity of point of view, even
antithetical. On one hand, first of all the practice research of documents and then their
classification and close examination; on the other hand, a philological study about
archive sources and at the same time around the graphic materials, in order to recreate
non only the personal life but also the artistic, cultural and political backgrounds.
The research has recognised a large reference point and it has required a
geographical and cronological determination, therefore only the creations for the italian
market between 1892 (in connection with the roman transfer) and 1937 have been
processed. The foreign collaborations and the previous experience in Bologna have
become comparisons and iconographic sources. In spite of the uniformity welldescribed
in the past, a cross-curricular profusion stands out, and the documents have
been divided into three section: the first two sections are analytic and dedicated to
different editorial activities, the third is a consideration above the iconographic and
stilistic connections shared by the whole production.
In the first chapter the socialist membership has been analyzed thanks to the
examination of the political militancy in the roman organization of the party and to the
production dedicated to this and to the newspaper «Avanti!» (such as almanacs, posters
and cards). After that the collaboration with the Libreria Editrice Luigi Mongini
(Bookshop Publisher Luigi Mongini) has been inquired and finally the problematic
affair of the Libreria Editrice Podrecca & Galantara (Bookshop Publisher Podrecca &
Galantara) has been retraced. The second chapter is an analysis of the illustrated
periodical production for the italian market during the described years, realized through
figurative features, dimensions, mise en page, interaction with subjects and style
differences. The research areas are: covers, satirical illustrations, cartoons and satirical
strips. In the last chapter the material has been examined through a subject mapping
which has underlined some topics used across different media: the proletarian portrayal,
the development of the female figure, the approach with the idea of otherness and the
relationship with the catholic religion. The patterns belong to different destinations,
supports, media (with a particular focus on commercial and political-propagandistic art)
and times.
The first aim has been a survey as broad as possible through famous, known, and
unknown documents, preserved in public and private institutions. The second purpose
has been disclosed a mixed production, different from the one described and exhibited
since now, in order to show how the satirical illustration is only a portion of Galantara’s
complex universe. Finally a cross-out interpretation has been proposed, underlining an
iconographic and linguistic homogeneity, also with national and international
comparisons, both between contemporary artists and beloging to art history.
Description: 
Dottorato di ricerca in Memoria e materia dell'opera d'arte attraverso i processi di produzione, storicizzazione, conservazione, musealizzazione
URI: http://hdl.handle.net/2067/3046
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
emorganti_tesid.pdf46.33 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

3
Last Week
2
Last month
1
checked on Nov 24, 2020

Download(s)

7
checked on Nov 24, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons