Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/3013
Title: Il cipresso: produzione, selvicoltura e mercato in Toscana
Other Titles: The mediterranean cyspress: yield, silviculture and market in Tuscany
Authors: Frassinelli, Niccolò
Keywords: Cipresso comune;Toscana;Produzione;Taglio saltuario;Ampiezza chioma;Differenze di tariffa;Mediterranean cypress;Tuscany;Yield;Selection system;Crown width;Interpolation method;AGR/05
Issue Date: 27-Jun-2016
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 28. ciclo
Abstract: 
I popolamenti di cipresso (Cupressus sempervirens L.) della Toscana sono stati analizzati da un punto di vista dendro-auxometrico e strutturale al fine di poter esprimere considerazioni selvicolturali e gestionali. Sono state raccolte informazioni sul mercato del legname di cipresso in modo da valutarne le problematiche. In base agli inventari già presenti, è stata stimata la produzione regionale di questa specie.
In Italia il cipresso è generalmente usato come pianta ornamentale o legata al culto dei morti. È in Toscana che lo si trova frequentemente anche nelle campagne. Essendo una specie molto rustica, è stata impiegata anche nei rimboschimenti della prima metà del secolo scorso in suoli particolarmente aridi. Secondo l’INFC (Gasparini et Tabacchi, 2011) la superficie coperta da cipressete in Toscana è pari a 4.336 ha (è la regione italiana con la maggior presenza di queste formazioni). Secondo l’inventario regionale (Hofmann et al., 1998) invece i soprassuoli a prevalenza di cipresso occupano 4.960 ha. Oltre alle formazioni dove rappresenta la specie principale, lo si trova frequentemente anche come specie accessoria. Secondo l’INFC il numero di piante di cipresso presenti nella categoria “Formazioni di cipresso” sono solamente il 31% del totale. Il restante 69% lo si trova in categorie diverse.
Nel mercato regionale, il legname di cipresso era particolarmente apprezzato per la fabbricazione di serramenti esterni. Grazie al contenuto in oleoresine è un legno resistente alle alterazioni degli agenti atmosferici, dei funghi e degli insetti.
Sono stati eseguiti dei rilievi strutturali tramite transects per evidenziare situazione particolari. Nello specifico si sono rilevate le dinamiche dovute alla mescolanza con altre specie. Nelle cipressete dove si insediano piante di leccio, la rinnovazione di cipresso, generalmente presente, viene aduggiata compromettendone la vitalità.
Con l’indagine dendro-auxometrica sono state eseguite delle aree di saggio e prove di numerazione angolare in 5 soprassuoli diversi per età, struttura e mescolanza. Per il calcolo dell’incremento corrente di volume è stato impiegato il metodo delle differenze di tariffa, che non richiede particolari rilievi per la misura dell’incremento di altezza, estremamente difficile da determinare per la specie in esame.
Tramite delle interviste alle principali segherie toscane che lavorano il cipresso, è stata effettuata un’indagine di mercato. Mediamente vengono corrisposti 15,60 €/102 kg per i tronchi di cipresso con diametro maggiore di 20 cm, franco segheria.
L’incremento corrente medio misurato è di 3 m3 ha-1 y-1 a cui corrisponde una produzione regionale di cipresso di 13.950 m3 anno-1. Mediamente la percentuale di volume cormometrico con dimensioni adeguate alla commercializzazione in tronchi da sega è del 42%. La resa di lavorazione delle segherie per la trasformazione in tavole del toppo è del 70%. In conclusione la percentuale di volume legnoso presente in un popolamento trasformata in tavole è in media uguale al 29,4%. Che si riduce ulteriormente nel passaggio da tavole a manufatto finito a causa delle rese di lavorazione.
A seguito di una analisi delle principali problematiche selvicolturali, per la gestione delle cipressete toscane viene proposta l’applicazione del trattamento a tagli saltuari.

The Mediterranean cypress (Cupressus sempervirens L.) stands of Tuscany are analyzed from a structural and dendro-auxometric point of view to express forest management and silviculture considerations. Information about cypress wood market is collected to evaluate the market problems. Regional production of this species is evaluated on the actual inventory.
Generally, in Italy, Cypress is used as a funeral and ornamental plant. Frequently this species characterize the rural landscape of Tuscany. In the first half of the twentieth-century, it has also been used for Italian reforestation for its pioneer quality. According to the INFC (Gasparini et Tabacchi, 2011), covered area of cypress stands in Tuscany is equal to 4,336 ha, making this region the one with the majority of Italian region. Tuscany is the most Italian region covered with cypress stands. Instead, according to the regional forestry inventory cypress stands are 4,960 ha. Furthermore, cypress stands are also found as accessory species. For INFC, number of cypress plants present in “cypress stands” category are only the 31%. The other 69% is in different categories.
In regional wood market, cypress timber is mainly used for fabrication of window frames. Cypress wood is particularly resistant to weathering, fungal and insect alterations for its oleoresin content.
Structural reliefs are tested with transects to underline particularly situations. The dynamics for the other mixing species are tested too. In cypress stands, where there are also holm oak plants, cypress regeneration is shaded compromising the vitality.
Angle count sampling and sampling plot are tested with dendro-auxometric query in five different situation for what concern age, spatial stand structural and mixture of species. Current annual increment of volume is evaluated with interpolation method, which doesn’t need reliefs of height growth that is particularly difficult to determine in cypress.
The marketing survey has been evaluated through interviews to the main cypress sawmills of Tuscany. Cypress trunk with more of 20 cm diameter is evaluated on average 15.60 €/102 kg.
The current annual increment of volume measured in sampling plots is equal to 3 m3 ha-1 y-1 that correspond to a regional cypress production of 13,950 m3 y-1. Cormometric volume percentage with adequate dimensions for the trunk market is 42%.
The work performance of sawmills is 70%. In the end, in cypress stands, the percentage of wood volume made in planks is 29.4%. This percentage decreases during the processing of the window frames due to work performance.
As a result of the analysis of the main silvicultural problems, the selection system is proposed.
Description: 
Dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie per la gestione forestale e ambientale
URI: http://hdl.handle.net/2067/3013
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
nfrassinelli_tesid.pdf19.49 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
0
checked on Oct 22, 2020

Download(s)

1
checked on Oct 22, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.