Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2965
Title: Studio della Produzione Primaria di Posidonia oceanica (L.) Delile, (1813) nel Lazio settentrionale
Other Titles: Primary Production study on Posidonia oceanica (L.) Delile, (1813) in the Northern Latium
Authors: Cognetti de Martiis, Selvaggia
Keywords: Posidonia oceanica;Modello matematico;Fluorimetro PAM;Mathematical model;PAM fluorometer;BIO/07
Issue Date: 17-Jun-2016
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 27. ciclo
Abstract: 
In questo studio sono state analizzate quali-quantitativamente le praterie di Posidonia
oceanica comprese tra Tarquinia Lido e Santa Severa (Italia, Lazio, Mar Tirreno).
In 18 stazioni sono stati stimati i descrittori strutturali e funzionali e compiute analisi
genetiche attraverso la tecnica dei RAPD (Random Amplification of Polymorphic DNA).
Nel 50% delle stazioni sono state inoltre effettuate stime del contenuto di clorofilla e della
produzione primaria fogliare ed ipogea e sono stati misurati i parametri fotosintetici attraverso
l'utilizzo del fluorimetro PAM (Pulse Amplitude Modulation).
Uno degli obiettivi principali di questo progetto è di costruire, a partire da modelli disegnati
per il fito-plancton, un modello matematico che permetta la stima dei valori di produzione
fogliare utilizzando la PAR (Photosynthetic Active Radiation), l'efficienza fotosintetica, il
contenuto di clorofilla e alcune variabili fotosintetiche.
Integrando le informazioni ottenute dall'analisi di un totale di 972 campioni vegetali, sono
stati conseguiti risultati interessanti, sia sulla distribuzione e sullo stato di qualità delle praterie
esaminate, che sul possibile utilizzo del modello matematico applicato.
A livello genetico, le stazioni di campionamento sono raggruppate in 3 popolazioni, una a
nord del porto di Civitavecchia, una tra il porto e Capo Linaro, e l'altra a sud di Capo Linaro.
Per quanto riguarda la struttura, le praterie sono risultate essere frammentate, con alcune semipraterie.
I valori di produzione fogliare ottenuti tramite lepidocronologia oscillano tra 56.74 g/m2/anno
e 308.59 g/m2/anno e i valori di produzione ottenuti con i due diversi metodi hanno mostrato
una correlazione di 0.65-0.70.
L'approccio innovativo del modello consente di evitare il campionamento distruttivo
dell'intera pianta, richiedendo il solo taglio di una singola foglia intermedia, e ha i requisiti per
divenire uno strumento utile per la conoscenza completa dello stato produttivo delle praterie.

In this study Posidonia oceanica meadows from Tarquinia Lido to Santa Severa (Italy,
Latium, Thyrrenian Sea) were analyzed.
Structural and functional descriptors were estimated and genetic analysis have been
performed, through RAPD technique (Random Amplification of Polymorphic DNA) in 18
sampling stations.
Furthermore, on 50 % of these stations, chl content, leaf and rhizome production were
estimated and photosynthetic parameters were measured by PAM fluorometer (Pulse
Amplitude Modulation).
The main aim of this project is to create, on the basis of already designed phyto-plancton
models, a mathematical model that allows for the estimation of primary foliar production,
from PAR (Photosynthetic Active Radiation), photosynthetic efficiency, chlorophyll content
and some photosynthetic variables.
Integrating information acquired from the analysis of 972 plants, interesting results were
obtained, both concerning the distribution and the quality state of observed meadows, and
regarding the potential use of the mathematical model built.
At a genetic level, sampling stations were clustered into three main groups: the first
population is to the North of Civitavecchia harbour, the second is on the coast from the port
and Capo Linaro and the last is to the South of Capo Linaro.
As regards the structural parameters, most meadows were found to be fragmented or with very
low densities.
Foliar Production values resulting from lepidochronological analysis ranged from 56.74
g/m2/year to 308.59 g/m2/year and the values resulting from model showed with them a
correlation of 0.65-0.7.
This new mathematical approach allows for the avoidance of destructive sampling of the
whole plant, requiring only the cutting of the older intermediate leaf, and it has the necessary
characteristic to become a useful tool for the complete knowledge of the productive state of
meadows.
URI: http://hdl.handle.net/2067/2965
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
scognettidemartiis_tesid.pdf18.41 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

5
Last Week
1
Last month
2
checked on Dec 5, 2020

Download(s)

3
checked on Dec 5, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons