Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2821
Title: Gap cutting system: un approccio per il restauro della biodiversità nelle aree protette
Other Titles: Gap cutting system: an approach for biodiversity restoration in protected areas
Authors: Bagnato, Silvio
Keywords: Taglio a buche;Restauro forestale;Biodiversità;Gap cutting system;Forest restoration;Biodiversity;AGR/05
Issue Date: 31-May-2014
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 26. ciclo
Abstract: 
L’apertura nella continuità della copertura arborea (buca) causata dalla caduta di un albero crea un ambiente diverso dalla foresta adiacente che influenza la rinnovazione delle piante. Inoltre, le dinamiche ecologiche innescate dalla buca determinano in parte la struttura forestale e svolgono un ruolo importante nel mantenimento della diversità di specie arboree. Così, la creazione di buche nelle foreste può portare a cambiamenti nelle dinamiche delle specie e nei processi ecologici, aumentando l’ eterogeneità ambientale e modificando l’abbondanza e la distribuzione delle risorse abiotiche e biotiche. Il sistema di taglio a buche è stato riconosciuto avere un impatto meno grave sugli ecosistemi forestali rispetto ai trattamenti selvicolturali tradizionali, come il taglio raso, seguita da rinnovazione artificiale .
Nell’autunno 2009 sono state create buche di diverse dimensioni in un bosco di faggio (Fagus sylvatica L.) (135 anni), con sporadiche piante di rovere meridionale (Quercus petraea ssp austrotyrrhenica) all'interno della zona A del Parco Nazionale dell'Aspromonte (Appennino meridionale). Sono stati realizzati tre blocchi sperimentali, ciascuno costituito da tre buche circolari rispettivamente di 200, 400 e 600 m2.
In ogni gap sono state create nove micro-aree di 3.14 m2 circolari (raggio di 100 cm) secondo le direzioni cardinali.
Lo scopo del presente lavoro di tesi è stato quello di determinare gli effetti delle diverse dimensioni delle gaps (piccole , medie e grandi) sulla reintegrazione di rovere meridionale nel bosco di faggio, e di verificare le dinamiche di sviluppo della rinnovazione rispetto ai fattori ambientali (radiazioni , e caratteristiche fisico-chimiche e biologiche del suolo ).
I risultati hanno evidenziato che nelle buche medie (400 m2) la rinnovazione è fortemente correlata con la maggior parte dei parametri presi in considerazione, suggerendo che buche delle dimensioni di 400 m2 possono offrire opportunità di sviluppo anche a specie diverse dal faggio, consentendo una maggiore biodiversità forestale.

Canopy openings as a result of tree falls create an environment different from the adjacent forest which influences plant regeneration. In addition, gap dynamics partly determine forest structure and play an important role in maintaining plant species richness. Thus, the creation of gaps in forests may lead to changes both in species dynamics and ecological processes by increasing environmental heterogeneity and altering abundances and distribution of abiotic and biotic resources, Gap cutting system has been recognized to have a less severe impact on forest ecosystems than traditional silvicultural treatments, such as clearcutting, followed by artificial regeneration.
In Autumn 2009 we created gaps of different sizes in a forest of beech (Fagus sylvatica) (135 years) with residual southern oak trees (Quercus petraea ssp austrotyrrhenica) within the Zone A of the Aspromonte National Park (southern Apennines). We created three experimental blocks, each consisting of three circular gaps respectively 200, 400 and 600 m2.
In each gap we created 9 micro-areas of 3.14 m2 circular (radius 100 cm) according to the cardinal directions.
The present thesis was thus designed to determine the effects of different gap sizes (small, medium and large) on the reintegration of oak in the beech forest, and also to verify the dynamics of seedlings development in respect to the environmental factors (radiation, soil temperature and soil moisture, soil components).
The first results show how the medium gaps (400 m2) are those in which the renewal is strongly correlated with majority of edafoclimatic parameters taken into account. Additionally, medium gaps enable the development of species different from beech, allowing more forest biodiversity.
Description: 
Dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie per la gestione forestale e ambientale
URI: http://hdl.handle.net/2067/2821
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
sbagnato_tesid.pdf1.47 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
0
checked on Oct 25, 2020

Download(s)

1
checked on Oct 25, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons