Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2744
Title: Applicazione di nuove metodologie alla diagnostica delle infezioni da HPV: valutazione della performance clinica dell’HPV OncoTect rispetto al Nuclisens EasyQ e del suo potenziale ruolo nell’individuazione di lesioni preneoplastiche della cervice uterina
Other Titles: Application of new methods to the diagnosis of HPV infections: clinical performance of HPV OncoTect compared to Nuclisens EasyQ assay and its potential role over Papanicolau Test in detecting preneoplastic lesions of the cervix
Authors: Majolini, Maria Bernardetta
Keywords: HPV;CIN;mRNA;Oncoproteine E6 e E7;Pap-test;E6 and E7 oncogenes;HPV OncoTect;Pap smears;MED/05
Issue Date: 31-May-2013
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 25. ciclo
Abstract: 
Nell’infezione da HPV ad alto rischio (HR), l’espressione delle oncoproteine E6 ed E7, causano la
degradazione della p53 e l’inattivazione di pRb e, di conseguenza, la progressione del ciclo
cellulare verso la fase S; entrambe promuovono la conversione verso un fenotipo maligno o il
mantenimento dello stesso.
Obiettivo principale di questo studio e argomento di questa tesi, è stata, quindi, la valutazione della
performance clinica dell’HPV OncoTect® rispetto al NucliSENS EasyQ (BioMerieux, Italia) che è
il test ufficialmente in uso presso il nostro laboratorio per la rilevazione dell’mRNA delle
oncoproteine virali su campioni cervico-vaginali in fase liquida.
In questo studio sono state arruolate 173 pazienti precedentemente risultate positive all’esame del
DNA e/o al pap-test e che si riteneva opportuno sottoporre all’esame dell’mRNA.. I campioni
prelevati da tutte le pazienti arruolate sono stati, quindi, analizzati sia mediante il test NucliSENS
EasyQ che mediante il test OncoTect; inoltre 87/173 pazienti sono state inviate all’ambulatorio di
ginecologia per effettuare la colposcopia e la valutazione istologica come previsto dai protocolli
clinici di screening.
Sulla base dei risultati citologici ottenuti dal pap-test, l’mRNA è risultato positivo con il test
OncoTect nel 25% dei campioni negativi, nel 40% degli ASCUS, nel 48% degli LSIL e nell’80%
degli HSIL. I corrispettivi valori ottenuti con il test NucliSENS EasyQ sono stati 42, 60, 74 e 90%.
Sulla base dei risultati istologici, la sensibilità dell’OncoTect rispetto al NucliSENS EasyQ è stata
rispettivamente del 20% vs 54% nei campioni negativi, 45% vs 69% nei CIN1 e 74% vs 87% nei
CIN2+. Il calcolo della specificità in un sottogruppo di campioni CIN2+ ha evidenziato una
specificità più elevata per l’OncoTect (69%) rispetto al NucliSENS EasyQ (36%).
In conclusione, il metodo HPV Onco Tect è risultato maggiormente specifico rispetto al NucliSENS
EasyQ nel distinguere pazienti con lesioni CIN2+. Questi risultati preliminari indicano che l’HPV
Onco Tect è un metodo molto interessante sia per la diagnosi precoce di un’infezione persistente da
HPV che per la valutazione delle lesioni preneoplastiche della cervice uterina.

In high risk HPVs the expression of the oncoprotein E6 causes the degradation of p53, while E7
inactives the Retinoblastoma protein pRb and causes progression to S phase of cell cycle, both
sustaining the conversion to and the maintenance of malignancy.
The aim of this study was to compare the performance in the detection of the E6 and E7 mRNA
expression of high risk HPV, using the NucliSENS EasyQ test (bioMerieux), a RT-PCR based
method, or HPV OncoTect (IncellDx) a test based on the flow cytometry-FISH method. Moreover,
we investigated the potential role, for the detection of high grade lesion, of the HPV OncoTect
compared to pap smears in an effort to improve cervical cancer screening.
We enrolled 173 patients previously tested positive for hrHPV DNA and/or pap smear and referred
for evaluation by means of the NucliSENS EasyQ test. All patients included in the study were
tested with OncoTect and 87 out of 173 underwent a colposcopy and histological evaluation
according to clinical protocol.
Stratified by cytological grades, the mRNA testing with OncoTect displayed a reactivity of 25% in
negative samples, 40% in ASCUS, 48% in LSIL and 80% in HSIL. The corresponding figures for
NuciliSENS EasyQ assay were 42, 60, 74 and 90%, respectively. Histology analysis revealed that
the sensitivity of OncoTect compared to NucliSENS EasyQ was with normal specimens 20% versus
54%, with CIN1 45% versus 69% and with CIN2+ 74% versus 87%, respectively. Higher
specificity was observed when analysing CIN2+ samples with OncoTect (69%) compared to
NucliSENS EasyQ (36%).
In conclusion, HPV E6/E7 mRNA detected with flow cytometry is more specific than NucliSENS
EasyQ in identifying women with CIN2+ but has a lower sensitivity. HPV OncoTect is a promising
tool for early prediction of persistent HPV infection and seems to be an interesting method to
evaluate the preneoplastic lesions of the cervix and improve cancer screening.
Description: 
Dottorato di ricerca in Genetica e biologia cellulare
URI: http://hdl.handle.net/2067/2744
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
mbmajolini_tesid.pdf2.37 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
0
checked on Oct 24, 2020

Download(s)

10
checked on Oct 24, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.