Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2622
Title: Impiego di tecniche di selvicoltura preventiva e fuoco prescritto a fini antincendio boschivo nelle aree naturali protette
Authors: Corona, Piermaria
Keywords: Selvicoltura preventiva;Fuoco prescritto;Aree naturali protette
Issue Date: 2014
Publisher: Corpo Forestale dello Stato
Source: Corona, P. 2014. Impiego di tecniche di selvicoltura preventiva e fuoco prescritto a fini antincendio boschivo nelle aree naturali protette. "Silvae" luglio: 1-5
Abstract: 
L’approccio più adeguato nella lotta gli incendi
boschivi è promuovere e incentivare le attività di
previsione e di prevenzione, anziché privilegiare
la fase emergenziale legata allo spegnimento
degli incendi. le operazioni di gestione del
combustibile mirano a ridurre la continuità
verticale rappresentata soprattutto
dall’abbondanza di arbusti e da necromassa
nelle parti basse delle chiome arboree. Queste
operazioni consentono di attenuare il
comportamento del fuoco, limitandone
l’intensità e la lunghezza di fiamma, rendendo
più agevoli le operazioni di controllo; ma
soprattutto diminuiscono la possibilità che un
incendio radente possa trasformarsi in incendio
di chioma, situazione particolarmente
complessa, pericolosa e di difficile controllo. Si
tratta di interventi compresi nelle pratiche della
selvicoltura di prevenzione e del fuoco
prescritto: essi sono complessivamente
inquadrabili, sotto il profilo concettuale, con il
termine inglese firesmart management of forest
landscapes, dal momento che si tratta di un
approccio basato sulla gestione dei combustibili nelle aree più a rischio e sulla loro riduzione complessiva a livello di paesaggio e che nelle aree protette va modulato anche in relazione alla zonizzazione pianificata.

The most effective approach against fire is to
support prevention activities rather than
focusing only on fire suppression. Fuel
management concerns a set of operations and
interventions aimed at modifying the spatial
distribution of fuels, in order to reduce fuel load
and interrupt both the vertical and the horizontal
continuities. Distinctively, one of the main
targets of forest fuel management is to reduce
the so-called fuel ladder represented by the
vertical continuity between surface and crown
fuels. These practices allow to potentially
reduce fire intensity and flame length, thus
reducing the probability that surface fires
degenerate into the more dangerous, and
difficult to control, crown fires. Fire smart
management of the forest landscapes concerns
exactly these types of interventions, and it
includes silvicultural measures to prevent forest
fires and prescribed burning, whose application
within areas designated for nature conservation has to be conceived according to the conservation planning.
URI: http://www.silvae.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/105
http://hdl.handle.net/2067/2622
Appears in Collections:DiSAFRi - Archivio della produzione scientifica

Files in This Item:
File Description SizeFormat
silvae.pdf163.74 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

5
Last Week
1
Last month
0
checked on Oct 31, 2020

Download(s)

3
checked on Oct 31, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.