Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2520
Title: Il paesaggio rurale nella pianificazione territoriale: il caso toscano
Authors: Marinai, Valentina
Keywords: Paesaggio rurale;Pianificazione;Agricoltura;Rural landscape;Planning;Agriculture;AGR/05
Issue Date: 10-May-2012
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 24. ciclo
Abstract: 
Una delle problematiche più attuali e non risolta del governo del territorio è rappresentata dai
rapporti fra pianificazione e territorio rurale. Con il passaggio da una pianificazione urbanistica
incentrata sui soli aspetti insediativi alla pianificazione ecologica, ha prevalso un’impostazione che
ha visto il concetto di ecosistema guadagnare sempre più spazio, mentre sono stati sostanzialmente
esclusi gli aspetti storico-culturali. Il governo del territorio rurale è stato lasciato in mano alle
politiche agricole che hanno seguito l’orientamento tipico della pianificazione economica con
finalità essenzialmente produttive. Con il presente lavoro si è quindi voluto indagare come
l’agricoltura e il paesaggio rurale sono considerati negli strumenti di pianificazione ordinaria. In
primo luogo è stata valutata la situazione della pianificazione paesaggistica in Italia attraverso
l’analisi di alcuni piani paesaggistici regionali. Successivamente lo studio si è concentrato sulla
pianificazione in Toscana a livello regionale, provinciale e comunale, confrontando i contenuti dei
piani con i risultati di analisi multitemporali realizzate in aree campione. Dall’analisi è emerso che
la pianificazione sembra riconoscere l’importanza della conservazione e della valorizzazione
dell’ambiente e del paesaggio rurale. Il punto critico sembra essere la poca comprensione del ruolo
del territorio agricolo come risultato di attività produttive e la corretta interpretazione di alcune
delle sue componenti, come le foreste e i pascoli ai quali sono spesso attribuiti soltanto valori
naturalistici, mentre i valori storico-culturali non vengono generalmente riconosciuti.
One

One of the present and unsolved issue of territorial governance is represented by the relationship
between planning and rural land. With the transition from urban planning, focused on aspects of
settlement, to the ecological planning, has prevailed the concept of ecosystem, while the historical
and cultural aspects were largely excluded. The management of rural area has been left to
agricultural policies that have followed the typical orientation of economic planning with
productive purposes mainly. The aim of this work was to investigate how agriculture and rural
landscape are considered in the ordinary planning tools. First of all, it was assessed the situation of
landscape planning in Italy through the analysis of some regional landscape plans. Then, the study
focused on planning in Tuscany at regional, provincial and municipal levels, comparing the
contents of the plans with the results of multi-temporal analysis made in sample areas. The analysis
showed that the planning seems to recognize the importance of conserving and enhancing the
environment and rural landscape. The critical point seems to be little understanding of the role of
agricultural land as result of productive activities and the correct interpretation of some of its
components, such as forests and pastures, to which are often attributed only natural values, while
historical-cultural values are not generally recognized.
Description: 
Dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie per la gestione forestale e ambientale
URI: http://hdl.handle.net/2067/2520
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
vmarinai_tesid.pdf9.38 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
0
checked on Dec 4, 2020

Download(s)

5
checked on Dec 4, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.