Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/234
Title: Il diario di viaggio anonimo Wigfair 2851/Wigfair 2852
Other Titles: The unnamed travel journal Wigfair 2851/Wigfair 2852
Authors: Corsi, Virginio
Keywords: Viaggio;Viaggio in età moderna;Lewes Roberts;Merchant's map of commerce;Sroria del viaggio;Travel;Travel in modern age;History of travel;M-STO/03
Issue Date: 23-Nov-2007
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 18. ciclo
Abstract: 
La tesi del Dott. Virginio Corsi prende in esame due frammenti separati di un diario di viaggio datato 1619. I manoscritti originali, catalogati Wigfair 2851 e Wigfair 2852 sono stati rintracciati presso la National Library of Wales (Biblioteca nazionale gallese, Regno Unito). Si tratta di un testo in fogli sciolti, contenuto nella collezione Wigfair, acquistata nel 1926-27 e contenente documenti relativi ai Lloyd of Hafudunos (Denbighshire) e Wigfair (Flintshire) dal 1229 al 1898 (afferenti per la maggior parte ai secoli XVI – XVIII). Il manoscritto, data la sua incompletezza, è classificato come anonimo, tuttavia l’analisi del testo ha portato all’identificazione dell’autore.
I primi due capitoli del lavoro sono dedicati all’evoluzione che il viaggio ha compiuto dalle epoche antiche all’età moderna (cap. I) e alle più tipiche forme di viaggio nei secoli XVI e XVII: si è quindi trattato di viaggio come pellegrinaggio, degli albori del Grand Tour e dei viaggi commerciali (cap. II).
Ai due capitoli introduttivi segue lo studio del manoscritto inedito: il terzo capitolo è infatti dedicato ad una breve descrizione del documento; all’identificazione dell’autore anonimo con il mercante ed economista inglese Lewes Roberts (1596 – 1640), autore del celebre testo Merchant’s Map of Commerce , edito per la prima volta nel 1638 e ripubblicato sino al 1700; ad una lettura comparata del manoscritto e del testo a stampa che conferma la paternità del diario inedito; ad una brevissima analisi della Merchant’s Map; alla descrizione del viaggio narrato nel manoscritto e alla ricostruzione di parte dell’itinerario non contenuto nel testo inedito attraverso i riferimenti geografici e temporali riportati nella Map of Commerce.
Il quarto capitolo consiste nell’individuazione delle fonti bibliografiche del diario datato 1619: il principale testo di riferimento è infatti la Relation of a Iourney dell’inglese Gorge Sandys, della quale il mercante riporta interi brani. Le dichiarazioni contenute nel diario di viaggio attestano inoltre che tra i due autori vi fosse un legame di conoscenza diretta, ipotesi resa ancor più probabile dal fatto che i due autori hanno a lungo operato per diverse compagnie commerciali inglesi. Altre fonti evidenti nel testo sono la prima bozza delle Rare Adventures and Painefull Peregrinations di William Lithgow, pubblicata nel 1614 e oggi rarissima , e le lettere e relazioni di Thomas Coryat, contenute, come l’opera di Lithgow, nel Pilgrimes di Samuel Purchas .
Il capitolo successivo (V) è dedicato ad un’analisi critica del testo mirata a sottolineare come i sistemi di valori e i pregiudizi della società d’origine influenzino i viaggiatori e si riflettano di conseguenza nei diari, nelle relazioni e nelle guide di viaggio, mentre il sesto capitolo prende in esame la trascrizione del passaporto contenuta in Wigfair 2852: dopo una breve introduzione sui documenti di viaggio nell’età moderna si passa allo studio comparato del documento di viaggio di un mercante e quello di un ambasciatore, prendendo come esempio del secondo caso le credenziali fornite al mediatore inglese a Carlowitz William Paget .
Nell’appendice documentaria viene infine riportata la trascrizione integrale di Wigfair 2851 con traduzione e adattamento in lingua italiana a fronte e la trascrizione integrale di Wigfair 2852.

This work examins two pieces of a travel journal dated 1619. The original manscripts are kept at the National Library of Wales, ref. Wigfair 2851 and Wigfair 2852. The manuscript are catalogued as “unnamed”, but the following work contains a detailed study concerning the identity of the author, identified as Lewes Roberts, author of the volume The Merchant’s Map of Commerce, published in 1640.
The thesis is devided into six chapters. The first chapter examins the evolution of the concept of travel from the origin to the modern age. The second chapter is focused on three different categories of travellers in the modern age: grand tourists, pilgrims and diplomats. The third chapter is based on the study of the anonimous journal: description of the document, identification of the author, and travel itinerary. The fourt chapter focuses on the identification of the literary sources of the manuscript. The fifth chapter is a critical study of prejudices in travel literature based on Wigfair 2851/2852. The sixt chapter is dedicated to personal documents of travel in the modern age.

Contents:

Chapter I: General review on the concept of “travel” and “travellers”

Chapter II: Travelling in the modern age

Chapter III: The unnamed travel journal Wigfair 2851/Wigfair 2852

Chapter IV: Sources

Chapter V: Travel and prejudice

Chapter VI: Personal documents of a traveller

Bibliography

Unpublished material

Documents: Wigfair 2851, original text and translation by Virginio Corsi
Wigfair 2852
Description: 
Dottorato di ricerca in Storia e cultura del viaggio e dell'odeporica in età moderna
URI: http://hdl.handle.net/2067/234
Rights: If not otherwise stated, this document is distributed by the Tuscia University Open Archive under a Creative Commons 2.0 Attribution - Noncommercial - Noderivs License (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/)
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
vcorsi_tesid.pdf1.05 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

2
Last Week
1
Last month
0
checked on Oct 29, 2020

Download(s)

6
checked on Oct 29, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons