Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/233
Title: Metodologia per la valutazione degli impianti sul suolo e sui corpi idrici delle Misura Agroambientali previste dai Piani di Sviluppo Rurale
Other Titles: Effect's evaluation of the Agricoltural Best Management Practices previewed in the Development Rural Plans on the soil and the water
Authors: Benigni, Giulia
Keywords: Fonti diffuse di inquinamento;Misure agroambientali;Fosforo;Azoto;Non point pollution sources;Agricoltural best management practices;Phosphorus;Nitrogen;AGR/10
Issue Date: 7-Nov-2007
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 18. ciclo
Abstract: 
Negli ultimi anni l’attenzione degli studiosi si è accentrata sempre di più sulle problematiche della difesa del territorio dall’inquinamento da fonti diffuse in particolare di origine agricola. L’attività agricola, infatti, se da un lato costituisce un fattore di difesa della terra da altri usi che ne riducono il valore ambientale (uso a scopo abitativo o industriale, trasporti ecc.), può determinare effetti nocivi sulla qualità del suolo, di natura fisica (erosione, desertificazione, saturazione e compattamento), chimica (acidificazione, salinizzazione, contaminazione da pesticidi e metalli pesanti), biologica (alterazioni nell’equilibrio tra microrganismi e nei contenuti di humus).
Le Misure Agroambientali, nell'ambito delle politiche di sviluppo rurale, costituiscono uno degli strumenti d'intervento attraverso i quali si persegue l'obiettivo fondamentale dell'integrazione della problematica ambientale nella Politica Agricola Comunitaria.
L’obiettivo dello studio è stato quello di individuare una metodologia capace di valutare l’impatto che le suddette Misure Agroambientali hanno avuto sul suolo (riduzione dell’erosione) e sui corpi idrici (inquinamento la fosforo e azoto) basata sul confronto tra scenari: con e senza l’applicazione delle Misure. Sono stati presi come casi di studio i Piani di Sviluppo Rurale delle Regione Lazio ed Emilia Romagna.
La metodologia messa a punto offre la possibilità al Valutatore del Piano di individuare sia le “aree critiche” ossia quelle parti del territorio di maggiore sensibilità rispetto alle problematiche dell’erosione e dell’inquinamento, sia le azioni/interventi/impegni più efficaci per contrastare e ridurre tali fenomeni (BMPs), permettendo così di trarre indicazioni, suggerimenti e proposte per la futura programmazione di sviluppo rurale.

In the last years the interest of the researchers has always adressed more towards the land defense from the agricoltural non point pollution sources.
The conventional agricultural practices, in fact, can determine injurious effects on the soil and water quality of chemical, biological and physic nature.
The Agricultural Best Management Practices offers the possibility to reduce these bad effects on the rural environment.
The study target is to caracterize a methodology to evaluate the impacts on the soil and water of these BMPs trought a comparation of two different situations: with and without the BMPs.
A case study are the development rural Plans of Lazio and Emilia Romagna Regions.
Description: 
Dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie per la gestione forestale e ambientale
URI: http://hdl.handle.net/2067/233
Rights: If not otherwise stated, this document is distributed by the Tuscia University Open Archive under a Creative Commons 2.0 Attribution - Noncommercial - Noderivs License (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/)
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
gbenigni_tesid.pdf7.42 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
1
Last month
0
checked on Oct 29, 2020

Download(s)

1
checked on Oct 29, 2020

Google ScholarTM

Check


This item is licensed under a Creative Commons License Creative Commons