Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2253
Title: Simulazione dello sviluppo fenologico del coleottero Chrysomela populi L. mediante il modello a ritardo distribuito: studio di fattibilità
Authors: Speranza, Stefano
Alilla, Roberta
Pesolillo, Simone
Severini, Maurizio
Keywords: Chrysomela populi;Distributed Delay Model;Time Varying Delay;Simulazione;Pioppo;POPOFACE;EUROFACE
Issue Date: 2004
Source: Speranza, S. et al. 2004. Simulazione dello sviluppo fenologico del coleottero Chrysomela populi L. mediante il modello a ritardo distribuito: studio di fattibilità. In: Dalla Marta, A., Orlandini, S. (a cura di). Atti delle III Giornate di studio Metodi numerici, statistici e informatici nella difesa delle colture agrarie e delle foreste: ricerca e applicazioni (Firenze, 24-26 novembre 2004), pp. 109-113
Abstract: 
In ambito forestale gli insetti defogliatori sono tra i principali artefici del deperimento delle aree boschive, la Chrysomela populi L. è il principale defogliatore del pioppo potendo determinare gravi danni alle piante di giovane età. L’effetto dell’insetto si esplica in un danno diretto ed in uno indiretto; il primo consiste nella riduzione della capacità fotosintetica della pianta, il secondo in quella delle scorte energetiche mobilitate dalla pianta per lo sviluppo di nuove foglie.
Uno dei principali scopi del progetto europeo EUROFACE, è di individuare le possibili variazioni della fenologia del pioppo nelle condizioni previste di incremento dei valori della CO2 atmosferica. In questo ambito, si è sviluppato l’interesse per lo studio della dinamica di popolazione di C. populi in relazione alla fenologia del pioppo in condizioni di aumento della concentrazione di CO2. La fattibilità di un tale studio è stata affrontata tramite l’applicazione di un modello di simulazione della fenologia dell’insetto basato sulla teoria dei ritardi distribuiti. Il modello, ‘Distributed Delay Model’- DDM (Manetsch, 1976), è in grado di simulare il passaggio degli individui di una popolazione attraverso gli stadi del loro ciclo vitale (sviluppo fenologico), osservando che gli individui che entrano contemporaneamente in un dato stadio di sviluppo (coorte), ne escono distribuiti nel tempo (sviluppo stocastico). Nella formulazione a temperatura variabile ′Time Varying Delay′- TVD, l’inserimento della temperatura dell’ambiente in cui vive l’insetto consente di simulare la dinamica della popolazione anche in campo. I dati che influenzano significativamente la stima dei parametri biologici e climatici necessari per la formulazione del modello, sono stati desunti in letteratura e successivamente utilizzati per la simulazione dello sviluppo fenologico del crisomelide.
URI: http://hdl.handle.net/2067/2253
Appears in Collections:DIPROP - Archivio della produzione scientifica

Files in This Item:
File Description SizeFormat
2004 Simulazione dello sviluppo fenologico_SPERANZA.pdf288.2 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

5
Last Week
0
Last month
4
checked on Nov 24, 2020

Download(s)

4
checked on Nov 24, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.