Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2249
Title: Prove di controllo guidato degli afidi del pomodoro da industria [(Myzus persicae (Sulz.) e Aphis fabae (Scop.) (Homoptera: Aphididae)] e analisi quali-quantitative della produzione nella zona litoranea dell’Alto Lazio
Authors: Speranza, Stefano
Keywords: Pomodoro;Tomato;Myzus persicae;Aphis fabae;Italy;Lazio;IPM
Issue Date: 1998
Publisher: ISMEA
Source: Speranza, S. 1998. Prove di controllo guidato degli afidi del pomodoro da industria [(Myzus persicae (Sulz.) e Aphis fabae (Scop.) (Homoptera: Aphididae)] e analisi quali-quantitative della produzione nella zona litoranea dell’Alto Lazio. " Agricoltura ricerca" 20 (174): 41-48
Abstract: 
Results of a biennal study of tomatoes aphids carried out by the Department of Plant Protection of the University of Tuscia, Viterbo. Growers of industrial tomato crops in the Northern Lazio area normally carry out eight regular pesticide treatments during the period of cultivation, starting when the first sign of aphids appears. The result obtained shows that 2 or 3 treatments are sufficient to garantee a good crop both quantitatively and qualitatively. Sometimes, however, the most relevant damages often attributable to aphids are caused by the trasmission of a virus. It is advisable, in this situation, to treat the plants as soon as the first six leaves appear with persistent active ingredients for example Imidacloprid which has a durability of 25 - 30 days.

Vengono esposti i risultati di una sperimentazione, condotta, nel biennio 1994-1995, dal Dipartimento di Protezione delle Piante dell’Università della Tuscia volta a mettere a punto sistemi di controllo guidato degli afidi infestanti il pomodoro.
Al pomodoro da industria nella zona dell’Alto Lazio normalmente vengono eseguiti, dagli agricoltori della zona, otto interventi insetticidi a calendario ad iniziare dalla comparsa dei primi individui. I risultati ottenuti mostrano che sono sufficienti due o tre trattamenti per garantire un buon livello produttivo sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Talvolta però i danni più rilevanti imputabili agli afidi sono determinati dalla trasmissione di virus; in tali situazioni è consigliabile effettuare un trattamento alla comparsa delle prime sei foglioline con principi attivi a lunga persistenza, quali ad esempio l’Imidacloprid che hanno un tempo di copertura di 25-30 giorni.
URI: http://hdl.handle.net/2067/2249
ISSN: 0392-5609
Appears in Collections:DIPROP - Archivio della produzione scientifica

Files in This Item:
Show full item record

Page view(s)

4
Last Week
0
Last month
0
checked on Oct 24, 2020

Download(s)

3
checked on Oct 24, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.