Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2055
Title: Manoscritti visibili. Storia, vincoli e nuove proposte espositive
Other Titles: Available manuscripts; history, restrictions and new display suggestions
Authors: Torquati, Michela
Keywords: Manoscritti;Miniatura;Museografia;L ART/01
Issue Date: 28-Apr-2008
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca 20. ciclo
Abstract: 
Il manoscritto miniato medievale, prodotto peculiare sotto l’aspetto formale e medium polisemico, viene qui indagato in funzione di alternative possibili alla tradizionale modalità espositiva, permanente o temporanea, che interviene per molti aspetti a forzarne alcune delle caratteristiche.
Si producono riflessioni derivate dal dato storico connesso alla produzione e agli usi del codice; dato affrontato attraverso percorsi interni ad ambiti sociali e tempi ritenuti significativi. Le caratteristiche esterne di ciascun esemplare - il formato, la scrittura, la decorazione - così come i contenuti mediati vengono indagati per poter enunciare quali siano le esigenze che si legano all’osservazione e allo studio di un manoscritto.
Unitamente a considerazioni connesse a elementi più prettamente tecnici riguardanti i materiali costituenti e riferimenti agli standard internazionali codificati per il mantenimento dei parametri conservativi più adeguati, si analizzano criticamente alcuni tra gli allestimenti espositivi più recenti (dal 1995 ad oggi) così come le esperienze alternative all’osservazione diretta degli originali. Una parte del lavoro si concentra a comprendere l’impatto che l’applicazione tecnologica ha avuto sulla visualizzazione, sulla fruizione, sullo studio di esemplari miniati. Le possibilità offerte dalla tecnologia hanno infatti messo le elaborazioni grafiche e le acquisizioni digitali alla portata di un’utenza più vasta raggiunta anche attraverso il WEB.
Nelle riflessioni finali si sottolinea la necessità di mantenere un saldo rapporto con l’originale, per giungere a formulare una proposta di messa in mostra funzionale alla natura complessa di un esemplare, scritto e miniato, prodotto con specifiche finalità comunicative.
Lo scopo della proposta è di fornire un pratico spunto di riflessione per i futuri allestimenti che coinvolgano a vario titolo codici miniati con l’intento di valorizzarne la natura strutturata e complessa.

Medieval illuminated manuscripts – a peculiar product both for its form and as a polysemous medium - are here explored within the scope of possible alternatives to the traditional display modes (both for temporary and permanent displays) which inevitably impinge on their characteristic features.
The considerations which will follow are derived from historical data on the creation and the use of the manuscripts; these data are obtained through the examination of their significant social milieux and historical settings. The outward appearance of each specimen – format, writing, illumination – as well its content are studied in order to show the examination and study requirements of a manuscript.
Together with considerations on technical elements related to manuscript materials and on recognized international standards for the most appropriate conservation parameters, this work offers a critical analysis of some of the most recent exhibitions (from 1995 to present times) as well as alternative experiences for a direct observation of original specimens. Part of the work centres around the impact which new technologies have had on the observation, study and use of illuminated manuscripts. Indeed, thanks to the net new technologies have allowed a much larger number of users to view graphic reproductions and digital acquisitions of manuscripts.
In its conclusions this work highlights the need to maintain a close relationship with the original specimen, in order to put forward a display plan which may be in line with the complex nature of a written or illuminated manuscript and its specific communicative aims.
The present study would like to suggest practical hints for future displays which may involve, for various purposes, illuminated manuscripts and which intend to highlight their complex and structured nature.
Description: 
Dottorato di ricerca in Memoria e materia delle opere d'arte attraverso i processi di produzione, storicizzazione, conservazione, musealizzazione
URI: http://hdl.handle.net/2067/2055
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
mtorquati_tesid.pdf25.83 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
0
Last month
1
checked on Nov 27, 2020

Download(s)

36
checked on Nov 27, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.