Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/2009
Title: Collezionismo, committenza pittorica e mercato dell’arte nella Roma del primo Seicento. Quattro famiglie a confronto: Massimo, Altemps, Naro e Colonna
Authors: Nicolai, Fausto
Keywords: Committenza;Collezionismo;Mercato dell'arte;Altemps;Naro;Massimo;Colonna;L-ART/02
Issue Date: 28-Apr-2008
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 20. ciclo
Abstract: 
La studio ha indagato la committenza pittorica e il collezionismo di quadri attuato da quattro famiglie patrizie romane, Massimo, Altemps, Naro e Colonna nel periodo 1600-1650. Attraverso la ricerca condotta tra le carte dei relativi archivi privati ancora oggi conservati e in larga parte di non facile consultazione è stato possibile raccogliere una notevole quantità di materiale documentario inedito che ha permesso di ricostruire le vicende esecutive e conservative di numerosi manufatti pittorici, sia decorazioni parietali per residenze e cappelle private sia dipinti mobili raccolti nelle collezioni famigliari oggetto dello studio. In particolare, sono emerse nuove attribuzioni per le decorazioni pittoriche della loggia di palazzo Massimo alle Colonne, della cappella e del palazzo Naro rispettivamente a S. Maria sopra Minerva e in via di Monterone, della perduta biblioteca e della ‘Sala dell’Udienza’ nel palazzo Altemps di Roma, delle sale affrescate al piano nobile del castello Altemps di Gallese. Inoltre, precisazioni cronologiche e conferme per precedenti ipotesi attributive hanno riguardato i cicli pittorici commissionati dai Colonna nei feudi laziali di Genazzano e Paliano. Sulla base dei dati acquisti lo studio ha cercato, quindi, di porre a confronto le esperienze nel campo del mecenatismo artistico promosse dai vari esponenti delle famiglie indagate al fine di cogliere continuità o disomogeneità nei criteri di scelta, negli interessi culturali, nei gusti estetici. Il lavoro si conclude con un’analisi del mercato artistico romano di primo Seicento con importanti aggiunte per la conoscenza delle figure professionali coinvolte nel commercio dei quadri e dei sistemi di compravendita.

This study inquires into artistic patronage of four roman noble families, Massimo, Altemps, Naro and Colonna through 1600-1650. The research through private archives bringed a lot unpublisched documents that point out new attributions for painted decorations in the palaces and chapels of above-mentioned families in Rome and surrounding areas, such as Gallese (Altemps), Paliano and Genazzano (Colonna). The data obtained, then, had been compared to verify similar or different manners in the artistic choices, trying to single out specific aspects of each personal cultural taste.
In conclusion the study discussed the origin and development of the art market in the early Seventheenth-Century Rome adding new information above people involved in the sale of paintings, their shops and selling methods.
Description: 
Dottorato di ricerca in Memoria e materia delle opere d’arte attraverso i
processi di produzione, storicizzazione, conservazione, musealizzazione
URI: http://hdl.handle.net/2067/2009
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
fnicolai_tesid.pdf10.04 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
1
Last month
0
checked on Oct 28, 2020

Download(s)

1
checked on Oct 28, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.