Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/1990
Title: Medioevo e memorie del Medioevo. Fonti, esiti e riusi del Medioevo nel territorio urbano di Viterbo
Other Titles: Middle Ages and memories of the Middle Ages. Sources, results and back in use of the Middle Ages in the urban area of Viterbo
Authors: Marsilia, Maria Teresa
Keywords: Medioevo;Memoria;Viterbo;Revival;Architettura;Restauro;L-ART/01
Issue Date: 28-Apr-2008
Publisher: Università degli studi della Tuscia - Viterbo
Series/Report no.: Tesi di dottorato di ricerca. 20. ciclo
Abstract: 
La ricerca indaga il tema dei fenomeni di ricezione del Medioevo nella città di Viterbo.
Studia quindi le modalità attraverso le quali Viterbo ha conosciuto una specificità della componente neomedievalista, per sottrarla dall’insieme delle generiche mode ottocentesche, per trovarne ragioni e radici profonde che, in un processo di lunga durata, si siano trasmesse da lontano per arrivare fino ai giorni nostri.
Il lavoro è diviso in due parti: nella prima, Medioevo, sono analizzati ed illustrati i processi di formazione, sviluppo, caratterizzazione e lettura della Viterbo medioevale e dei suoi linguaggi, con particolare attenzione alla “questione delle origini” e della penetrazione del gotico in città, presentando anche alcuni casi specifici di studio in campo pittorico ed architettonico; nella seconda parte, Memorie del Medioevo, si verificano come nel tempo tali elementi siano stati recepiti, riscoperti, modificati, restaurati o dimenticati, a cominciare dal momento della rinascita risorgimentale, con la formazione delle raccolte del Museo Civico, la gestione del patrimonio monumentale, la regolamentazione di quello urbano. L’attraversamento delle diverse stagioni della riscoperta medioevalista, la rivisitazione di episodi e cantieri già noti o la scoperta di altri meno conosciuti permettono di arrivare all’età fascista, unico momento della storia della città che ne ha decisamente trasformato il volto medioevale, cambiando assetti, percorsi e immagini.
Emerge un quadro molto vario: la lettura operata sul Medioevo e suoi sui ritorni a Viterbo genera un orizzonte più complesso rispetto alle aspettative iniziali o ai precedenti giudizi, riservando un ruolo particolarmente importante alla componente “erudita” della vita municipale tra fine Ottocento ed inizio Novecento.
Il lavoro è corredato da una nutrita appendice documentaria e presenta un selezionato repertorio di immagini d’epoca, considerate nella loro natura di documento delle varie fasi di conservazione attraversate nel tempo dalla città e dalle opere trattate.

The research investigates the concept of the Middle Ages as seen in the city of Viterbo.
It studies then the modalities through which Viterbo has experienced a specificity of “neomedievalismo”, out of the generic fashions in the nineteenth century, to find reasons and deep roots that, in a long process, are transmitted from the past to nowadays.
The work is divided into two parts: the first one, The Middle Ages, analyses and explains the processes of formation, development, characterisation and reading of the medieval Viterbo and its languages, with particular attention to the "question of origins" and the Gothic penetration in the city, presenting some cases study in painting and architecture. In the second part, Memories of the Middle Ages, verifies how time these elements have been incorporated, rediscovered, altered, restored or forgotten, through the centuries starting from the moment of rebirth of the “Risorgimento”, with the formation of the collections of the Museo Civico, the management of heritage monuments and the regulation of the urban environment. The crossing of the different seasons of rediscovery of “medioevalismo”, the review of episodes and restoration sites already known or discovering other less known allow to arrive at the fascist age, unique moment in the history of the city that has decisively changed the medieval face, transforming structures, routes and images.
These studies show considerable diversities: the reading made on the Middle Ages and its return to Viterbo generates a more complex horizon if compared to initial expectations or previous reviews, reserving a particular important role to the "erudition" of the municipal life between late nineteenth and early twentieth century.
The work is accompanied by a large documentary appendix and has a selected repertoire of vintage images, considered as document of the various stages of preservation of the city and related monuments trough the times.
Description: 
Dottorato di ricerca in Memoria e materia delle opere d’arte attraverso i
processi di produzione, storicizzazione, conservazione, musealizzazione
URI: http://hdl.handle.net/2067/1990
Appears in Collections:Archivio delle tesi di dottorato di ricerca

Files in This Item:
File Description SizeFormat
mtmarsilia_tesid.pdfPer visualizzare il file, salvarlo sul proprio computer44.61 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

1
Last Week
1
Last month
0
checked on Oct 31, 2020

Download(s)

8
checked on Oct 31, 2020

Google ScholarTM

Check


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.