DSpace Unitus DSpace

Unitus DSpace >
Dipartimento di Scienze Umanistiche della Comunicazione e del Turismo >
DISUCOM - Archivio della produzione scientifica >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2067/1600

Title: Recensione di ANNA MARIA ISASTIA-GUIDO LAJ, L’eredità di Nathan. Guido Laj (1880-1948) prosindaco di Roma e Gran Maestro, Roma, Carocci, 2006.
Authors: Paolino, Marco
Keywords: Massoneria
Grande Oriente d'Italia
Guido Laj
Issue Date: 2007
Publisher: CLIO, 2007, vol. 2
Citation: Recensione di ANNA MARIA ISASTIA-GUIDO LAJ, L’eredità di Nathan. Guido Laj (1880-1948) prosindaco di Roma e Gran Maestro, Roma, Carocci, 2006. CLIO, 2007, vol. 2; pp. 356-357
Abstract: Notevole è stato il contributo offerto dal Grande Oriente alla formazione delle classi dirigenti, non solo nel periodo risorgimentale, ma anche nei decenni successivi: non fu un caso che la massoneria si sia riorganizzata dopo la caduta del fascismo, perché era non solo fautrice dei valori democratici e liberali, ma anche palestra formativa della classe dirigente e il suo ruolo era fondamentale dopo la caduta della dittatura totalitaria.
URI: http://hdl.handle.net/2067/1600
ISSN: 0391-6731
Rights: If not otherwise stated, this document is distributed by the Tuscia University Open Archive under a Creative Commons 2.0 Attribution - Noncommercial - Noderivs License (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/)
Appears in Collections:DISUCOM - Archivio della produzione scientifica

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Clio Isastia.pdf70.19 kBAdobe PDFView/Open


This item is protected by original copyright

Recommend this item

Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.

 

Valid XHTML 1.0! Unitus DSpace  © 2005 Università degli Studi della Tuscia - Feedback